Per un permesso di soggiorno europeo. Tutta l’Arci a Ventimiglia il 14 luglio

Una manifestazione per rivendicare il diritto alla mobilità e Ventimiglia è il simbolo di un confine che non dovrebbe esistere per le persone, confini che invece si stanno moltiplicando e militarizzando, nuovi muri che lasciano passare le merci e fermano le persone, i desideri e i progetti di vita.

 

Ormai da 3 anni l’Arci imperiese, con il supporto prezioso di tutta l’Arci ligure, con i suoi volontari si impegna sulla frontiera per dare un supporto alle persone che tentano di varcare i confini per trovare speranza e libertà e cerca di portare avanti una campagna di verità contro chi semina paure, falsità e bugie sul fenomeno migratorio.

E questa manifestazione, che vuole mettere insieme tante realtà che in vario modo si occupano di tematiche legate all’immigrazione o semplici singoli che si indignano di fronte al vergognoso aumento di fenomeni di xenofobia e razzismo, fomentati da politici e opportunisti, è un’occasione per ribadire l’idea di una società senza confini, accogliente solidale e giusta. Per una globalizzazione dei diritti, perché più i diritti si espandono e più ne giovano tutti, se invece si cominciano a togliere o a non dare a qualcuno le conseguenze saranno per molto tempo irreversibili.

Oggi, molti migranti sono di nuovo a Ventimiglia e dormono in accampamenti informali, dove manca tutto, dove la loro dignità di persone non esiste, in un’Europa che li respinge e li criminalizza. Criminalizzando, senza vergogna, anche chi cerca di dare loro aiuto e/o sollievo.

Noi abbiamo il dovere di non girare la testa da un’altra parte, abbiamo il dovere dell’accoglienza per queste donne, uomini e bambini e abbiamo soprattutto il dovere di non lasciare sola la comunità di Ventimiglia, da troppo tempo abbandonata, in primis dalle Istituzioni. Per questo pensiamo sia giusto partecipare a questa manifestazione; per far sentire che c’è anche un’altra Italia e un’altra Europa che non gioca sulla pelle dei cittadini per “interessi di bottega”, abbandonandoli in mezzo al mare o lasciandoli soli nell’affrontare un vero e proprio eosodo.

Chiediamo anche ai ventimigliesi di partecipare, cittadini che già molte volte hanno dimostrato la loro solidarietà e invitiamo tutte le realtà, le associazioni, i gruppi e le singole persone ad aderire!

Per info e adesioni: mobilitazione14luglio@gmail.com

#permessodisoggiornoeuropeo  #ventimigliacittàaperta  #dirittisenzaconfini  #liberedimuoversiedirestare  #14L

Elisa Siri, presidente Arci Imperia, siri@arciliguria.it

I commenti sono chiusi.