Guglielmetti tranviere falegname e partigiano

 

Venerdì 13 luglio 2018, alle ore 21.30, il decimo Festival Teatrale dell’Acquedotto 2018: Radici  propone, presso il piazzale della Chiesa di Pino Soprano, lo spettacolo a ingresso libero dal titolo Guglielmetti tranviere falegname e partigiano, scritto da Antonio Carletti e prodotto da Teatro dell’Ortica con Coop Liguria. Lo spettacolo conferma il sodalizio fra Mirco Bonomi e l’autore ed attore Antonio Carletti, nato in occasione dello spettacolo Cognome e nome Pertini Sandro realizzato sempre con la collaborazione di Coop Liguria. Il lavoro nasce da una ricerca effettuata presso il Museo storico della Resistenza di Genova e gli archivi di Amt di Genova: Romeo Guglielmettifu infatti operaio in qualità di falegname dell’allora Uite, oltre che dirigente del movimento partigiano della Val Bisagno. Nel dicembre del 1944 Guglielmetti e altri sette antifascisti (Dino Bellucci, Giovanni Bertora, Giovanni Giacalone, Amedeo Lattanzi, Luigi Marsano e Giovanni Veronelli) vengono arrestati, torturati e condannati a morteper rappresaglia all’attentato ai danni di due ufficiali tedeschi in via XX settembre a Genova.

Genova –Nel racconto a due voci, Bonomi e Carletti rievocano la Genova degli anni ’20, ’30 e ’40, fino agli eventi che portarono alla cattura e alla barbara esecuzione di Forte San Martino; ma raccontano anche un’altra resistenza, più defilata, meno conosciuta, quella della lotta in città, che spesso vedeva protagoniste persone non più giovani a volte vecchi: lo spettacolo vuole portare in luce anche questo aspetto dell’antifascismo, meno noto più quotidiano meno «eroico», ma che fa parte della stessa storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *