Confermati Taddeo e Kovac

Al termine dei suoi lavori il V Congresso di Arci Genova – cui hanno partecipato  39 circoli e 78 delegati –  ha confermato all’unanimità di Gabriele Taddeo alla presidenza e di Stefano Kovac, come coordinatore provinciale. Il congresso ha anche approvato all’unanimità  le  relazioni  di Gabriele Taddeo e Stefano Kovac, il documento politico,e due ordini del giorno: sulle sentenze G8 e sulla legge regionale sullo sport.

Premessa

Il V Congresso Arci Genova condivide e fa proprie le preoccupazioni relative al deteriorarsi della vita pubblica, ed al restringersi degli spazi di democrazia e di mediazione politica.

Riconosce nella rete dei circoli un punto di partenza per la ricostruzione del tessuto sociale, della partecipazione politica e della ricostruzione comunitaria

Il congresso condivide ed approva altresì i seguenti punti:

  • Il consumo critico è un tema che inizia a “fare breccia” anche nei circoli “tradizionali” e indica un nuovo percorso di identità basato sul fare riflessivo, e unificante dal punto di vista generazionale;
  • Nel comitato genovese c’è un gruppo di giovani ragazzi e ragazze che si impegna in prima persona sul tema dell’educazione e dell’integrazione attraverso linguaggi contemporanei. Queste esperienze vanno incoraggiate e potenziate, anche perchè si svolgono in territori decentrati che non godono della visibilità del centro storico;
  • Il tema dell’incontro tra generazioni emerge in maniera trasversale da tutti gli interventi. E’ necessario dotarsidi politiche e strumenti organizzativi che favoriscano e incoraggino buone pratiche orientate all’incontro tra generazioni, che richiedono un lavoro di ascolto e mediazione;
  • L’imprevedibilità dei giovani è un patrimonio dell’Associazione;
  • Sostenere la partecipazione dei trenta – quarantenni alle attività associative e circolistiche attraverso strumenti progettuali (o di sostegno alla progettazione) specifici è un obiettivo dell’Associazione;
  • La partecipazione dei migranti alla vita dei circoli va oltre le attività di consulenza e di servizio: essa semprepiù si concretizza in un protagonismo attivo alla vita culturale dell’Associazione;
  • Una alleanza costruttuva con gli Enti locali si potenzia non tanto e non solo attraverso il partenariato e la riconoscimento, da parte delle Amministrazioni locali, del valore civico e politico dei circoli, specie quando essi sono oggetto di campagne stampa denigratorie e attacchi politici, pretestuosi e aprioristici; co-progettazione, ma primariamente attraverso l’esplicito
  • La giustizia e il carcere sono una emergenza politica e sociale.  Le attività dell’Associazione su questo tema, di denunciae di supporto minimo ai detenuti, sono un aspetto importante che va perseguito e deve essere oggetto di informazione e sinergie con i circoli – ad esempio attraverso la collocazione in prova;
  • Arci Genova esprime forti preoccupazioni rispetto alla legislazione recentemente approvata che di fatto, introducendo l’arbitrato, cancella in modo unilaterale l’art. 18 dello Statuto dei lavoratori;
  • Arci Genova aderisce con convinzione allo sciopero generale indetto per il 12 marzo dalla Cgil.

Foto del congresso

Genova, 6 marzo 2010

I commenti sono chiusi.