Featured

30 Ott 2018

NO PILLON-Contro la riforma di separazione e affido

Il Sabato 10 Novembre,ore 15:30, Mobilitazione Generale in Giardini Emanuele Luzzati 16123, Genova, per fermare il ddl sull’affido condiviso.

Il 10 novembre sarà una giornata di mobilitazione nazione in tutta Italia per chiedere l’immediato ritiro del disegno di legge presentato dal Senatore Pillon che, in tema di disciplina di separazione dei coniugi e affido dei minori, vuole apportare modifiche ritenute lesive dei diritti delle donne, delle bambine e dei bambini.
A Genova le operatrici dei Centri Antiviolenza della rete D.i.Re Donne in Rete contro la violenza insieme a tante altre realtà locali hanno indetto un’ASSEMBLEA PUBBLICA di approfondimento che si svolgerà sabato 10 novembre alle ore 15:30 presso lo Spazio Comune Giardini Luzzati.


24 Ott 2018

La memoria come strumento di educazione alla pace: presentazione dei dati del progetto di servizio civile

 

“La Memoria come strumento di educazione alla pace” è stato un progetto di servizio civile nazionale, nel quale hanno operato più ragazzi e ragazze in città differenti, in ciascuna delle quali sono state svolte le medesime attività per giungere ad un risultato complessivo.


18 Ott 2018

Processo Cucchi: il pestaggio c’è stato. La dichiarazione della presidente nazionale Arci Francesca Chiavacci

 

Soddisfazione dell’ARCI per questa svolta che apre finalmente la strada alla verità

Il pestaggio c’è stato. Uno dei carabinieri imputati al processo Cucchi, puntando il dito su due suoi colleghi, lo ha ammesso, mentre Ilaria finalmente ha potuto dire, dopo 9 anni di dure battaglie, che il muro di omertà è crollato. Una svolta che ristabilirà una volta per tutte la verità sui fatti che hanno portato alla morte di Stefano.


17 Ott 2018

Manovra: dal governo neolingua e vecchi trucchi

Ci sono le dichiarazioni che vogliono essere roboanti e talvolta sono solo surreali. Il “Nuovo Contratto Sociale”, scritto proprio così, con le maiuscole, da Luigi Di Maio, che “taglia i privilegi per restituire i diritti”. C’è la prosecuzione della caccia allo straniero con altri mezzi a cura di Matteo Salvini: “Dal mio fronte del ministero dell’Interno ci sono risparmi di spesa corrente, cash, di oltre mezzo miliardo di euro dalla voce immigra…


16 Ott 2018

No al Medioevo dei Diritti. L’adesione dell’Arci alla mobilitazione del 10 novembre

L’Arci non ci sta a che il Paese venga trascinato in un Medioevo dei diritti.

E’ ormai chiaro a tutti come questo Governo abbia in mente un grande disegno volto a modificare profondamente la nostra società rifondandola su un patriarcato reazionario, conservatore e violento. Il Ddl Pillon, il DDl 45 riguardante l’ambito penale con il quale va in coppia, Verona insignita del titolo di “città a favore della vita: sono tratti distintivi di un disegno che spaventa.

Ed è proprio per combattere la paura di un ritorno ad un passato oscuro che l’Arci aderisce alla manifestazione del 10 novembre promossa da DIRE, per protestare contro il DDL Pillon sulla Riforma dell’affido condiviso di cui il senatore leghista, Simone Pillon, noto per le sue posizioni oltranziste contro le unioni civili e l’aborto, è primo firmatario.


4 Ott 2018

Solidarietà al sindaco Mimmo Lucano e alla comunità di Riace

Riace, un piccolissimo paese quasi spopolato della profonda Calabria, è diventato un simbolo nel mondo.

Il modello Riace è semplicemente la straordinaria dimostrazione che si può costruire un efficace sistema di accoglienza diffusa, che l’integrazione rappresenta una importante occasione di sviluppo per il territorio, che costruire una società inclusiva e accogliente è un vantaggio per tutti.


25 Set 2018

Il Consiglio dei Ministri dà il via libera al decreto Sicurezza anti-migranti

Una pagina nera per la nostra democrazia, che avrà conseguenze negative anche per le amministrazioni locali

Il Consiglio dei Ministri ha approvato all’unanimità il testo che ha unificato i due provvedimenti su immigrazione e sicurezza. Già ci sarebbe molto da dire sull’abbinamento sicurezza-migranti che lascia intendere come questi ultimi siano comunque considerati dal governo un problema di ordine pubblico. E coerentemente con questa convinzione, il decreto riduce drasticamente i diritti di chi chiede o ha ottenuto protezione, eliminando di fatto quella umanitaria ed elencando una serie di condizioni che possono portare alla revoca dell’asilo e della cittadinanza.


23 Set 2018

Dal 1 Ottobre inizia il tesseramento Arci 2018/2019

 Il 1 Ottobre inizia la campagna di adesioni e tesseramento Arci 2018/2019 Più cultura, meno paura.

Per il ritiro di tessere e adesioni i circoli possono prenotare appuntamento  telefonando alla sede provinciale Tel. 010/2467506

La nostra risposta ai tanti aspiranti ‘ministri della paura’, che ci propongono un mondo fatto di muri, segregazioni ed egoiste solitudini sono i nostri circoli e case del popolo, luoghi di cultura, socialità, ricreazione e solidarietà. Si tratta quindi di una campagna che mette al centro i circoli e i nostri valori fondativi.


22 Set 2018

Tragedia Rebibbia: non si aggiungano danni alla tragedia provocata da una mamma detenuta

Ristretti Orizzonti del 22/09/2018

Lettera aperta di volontari, cappellani, operatori del sociale, del mondo del lavoro, della cultura, dello sport, della salute.

La tragedia che si è consumata a Rebibbia ci ha lasciati senza fiato. Un dolore e un orrore che ha travolto tutti: i due bambini innanzitutto, quella madre che forse ancora non è consapevole di quello che ha fatto, tutti gli operatori dell’Istituto, le oltre trecento donne lì detenute, le loro famiglie e anche noi volontari, cappellani, operatori del sociale, del mondo del lavoro, della cultura, dello sport, della salute che ogni giorno entriamo in carcere per dare il nostro contributo affinché la pena risponda sempre più alle finalità dettate dalla Costituzione.


16 Ago 2018

Una tragedia da cui ci rialzeremo insieme. La dichiarazione di Stefano Kovac e Walter Massa

Il primo pensiero è per i familiari delle vittime, per gli abitanti delle zone sottostanti il ponte Morandi che da anni vivono nell’incubo che qualcosa possa accadere.

Non c’è genovese o ligure che non abbia percorso in auto quel tratto di ponte centinaia e centinaia di volte, se non migliaia.

Insieme a noi decine di migliaia di altri cittadini di tante regioni come stava accadendo anche in questo periodo vacanziero. Poteva esserci chiunque su quella campata, potevamo esserci noi o i nostri cari.

Ora sentiamo il bisogno di solidarietà e di conforto. Sentiamo il bisogno di unione di fronte alla tragedia. Abbiamo bisogno di affetto e di sostegno.

Solo così la nostra città si rialzerà per l’ennesima volta perché, al di là di tutto, siamo una comunità forte e coesa. Chiediamo a tutti uno sforzo in questa direzione. Senza tentennamenti.

Verrà il tempo dell’analisi e delle indagini. Ci batteremo come sempre per la verità e la giustizia.

Ora però solidarietà, affetto, sostegno reciproco e senso di appartenenza ad una comunità sono i sentimenti di cui abbiamo bisogno. Come Arci noi ci siamo.

Stefano Kovac, presidente Arci Genova e Walter Massa, presidente Arci Liguria

Genova, 14 agosto 2018


-->