Featured

25 ago 2016

Proposte per i Circoli Arci per aiutare le zone colpite dal terremoto

 

Alcune proposte :

  1. raccogliere fondi sul cc aperto dalla direzione nazionale .Questi i dati:

Associazione Arci presso Banca Etica Scarl,

IBAN IT 36 A 0501803200 000000000041,

indicando nella causale: “Terremoto Centro Italia”.

  1. donazioni di sangue

Il terremoto ha comportato molte vittime e molti feriti. C’è un estremo bisogno di sangue.  Per fare una donazione ci si può recare presso i numerosi centri trasfusionali della nostra provincia o presso i punti di raccolta mobile allestiti dall’avis in città

http://www.aviscomunalegenova.it/

  1. raccolta libri per Bambini

l’emergenza durerà a lungo e mentre molti si stanno concentrando sugli aiuti piu urgenti noi vorremmo provare a pensare a quello che succederà fra qualche settimana quando la prima emergenza, e l’attenzione dei media, saranno passati.
Stiamo ragionando su un azione di supporto per i bambini che vivranno , purtroppo per molti mesi sradicati dalle loro case e dalle loro abitudini.
siamo in contatto con altre associazioni, realtà di volontariato, librerie per raccogliere libri per bambini e ragazzi che provvederemo ad inviare direttamente.

  1. Una amatriciana per Amatrice
    un food blogger ha lanciato l’idea di cucinare il piatto simbolo di quelle zone , l’amatriciana, per raccogliere fondi. E’ una iniziativa molto semplice da realizzare nei nostri circoli o durante le feste/iniziative che faremo nei prossimi giorni/settimane .Chiediamo ai dirigenti dei circoli , anche per diffondere le iniziative e pubblicizzarle al massimo di :
  • diffondere questa mail ad altri circoli, soci, simpatizzanti, compagni, amici
  • tenere informato il Comitato Territoria  sulle iniziative che organizzerete

24 ago 2016

MilenaLa notte del  24 Agosto è morta Milena Ferrari Benassai, antifascista, storica  dirigente del nostro circolo “Anpi di Molassana” e che molti di  noi hanno avuto la grande fortuna di poter conoscere ed apprezzare in questi anni per il suo impegno nel circolo e  sul territorio della Valbisagno. Di lei ricorderemo, oltre all’impegno antifascista, la sua tenacia, determinazione e  la sua grande giovialità.   I funerali si svolgeranno Venerdi 26 Agosto alle ore 10 presso la Parrocchia di Molassana (dietro capolinea del Bus 14).  L’Arci di Genova esprime le più sincere condoglianze alla famiglia di Milena e ai soci del Circolo Anpi Molassana


3 ago 2016

L’Arci aderisce a ‘Partiamo da 20×20’

Partiamo da 20×20 è la nuova campagna promossa da Antigone. L’obiettivo è che, entro il 2020, il 20% del bilancio dell’Amministrazione penitenziaria venga speso per il sistema delle misure alternative.

Oggi ci sono oltre 53mila persone che stanno scontando la propria pena nelle nostre carceri. Nello stesso momento circa 23mila persone la scontano fuori dal carcere, in misura alternativa, cui si aggiungono le oltre 8.000 che usufruiscono della nuova misura della messa alla prova. Si tratta di misure che si scontano nella comunità, meno costose e più efficaci del carcere nel promuovere il reinserimento ed evitare la commissione di nuovi reati da parte di chi ha scontato la propria pena.

Ma per queste misure l’amministrazione penitenziaria spende meno del 5% del proprio bilancio.


2 ago 2016

Festa NO TAV alla Casa del Popolo di Isoverde

 

In Alta Valpolcevera è Festa No Tav. In programma la Terza edizione “Liberi fra il mare e gli Appennini” che inizia il 31 Luglio alle ore 15,30 al Teatro Parrocchiale di Isoverde con un momento di incontro /convegno su “Valpolcevera tra passato e presente e quale futuro?” A seguire aperitivo.venerdi 5 e 6 agosto ci saranno due serate di musica dalle ore 18 alla Casa del Popolo di Isoverde. Ci saranno banchetti informativi sul terzo valico, ma anche la possibilità di cibarsi con focaccia, panissa, birra e vino.


Quando i diritti vanno in vacanza

La beffa dell’ennesimo rinvio per la legge sulla cittadinanza

I palazzi della politica vanno in vacanza e ancora una volta siamo costretti ad assistere all’ennesimo rinvio dell’approvazione del testo di riforma della legge sulla cittadinanza.

Una riforma che, per non scontentare la componente moderata dell’attuale governo, ha tralasciato buon parte delle modifiche necessarie, concentrandosi soltanto sulle norme che riguardano i minorenni. E, nonostante i vuoti legislativi di questo provvedimento, la maggioranza continua a fuggire dalle proprie responsabilità, nascondendosi dietro a continui rinvii.

La Campagna L’Italia sono anch’io, promossa da 22 organizzazioni sociali e sindacali, ha depositato in Parlamento nel 2012 due proposte di legge di iniziativa popolare, una delle quali chiedeva con forza una riforma della legge di cittadinanza più giusta ed efficace. Dopo l’approvazione alla Camera del ddl e l’assegnazione al Senato avevamo sperato, come organizzazioni promotrici della campagna, in una accelerazione dell’iter che portasse velocemente all’approvazione del testo. Continuiamo a sostenere che, nonostante le carenze, si tratti comunque di un passo in avanti fondamentale, non più rinviabile, e reso sempre più necessario dal clima di crescente odio che si respira nel Paese e in Europa.


1 ago 2016

CARTA DI GENOVA

images

A conclusione del convegno “Dal G8 di Genova alla Laudato si’: il Giubileo del debito?”, tenuto a Genova il 19 luglio scorso, abbiamo stilato la allegata “Carta di Genova”, nella quale sono  sintetizzati i principali contenuti della giornata e gli impegni assunti.

“A 15 anni dal G8 di Genova e nell’anno del Giubileo della misericordia ci siamo dati appuntamento per condividere una delle questioni globali più urgenti: il progressivo indebitamento dei popoli dell’intero pianeta. Su questo tema abbiamo deciso di confrontarci con pensatori laici e credenti impegnati da anni su questo tema.

La responsabilità collettiva della misericordia, che è il dare opportunità di vita a tutti, richiede di giungere ad una denuncia pubblica delle indifferenze, delle riserve, e ad una pubblica, concorde assunzione di responsabilità al fine di snidare i privilegi e le ipocrisie, che contribuiscono a rendere sempre più ricche e prepotenti le classi dominanti e sempre più povere e vessate le parti  sfruttate ed emarginate  delle popolazioni.

Da diversi anni il debito è agitato, su scala internazionale, nazionale e locale, come emergenza allo scopo di far accettare come inevitabili le politiche liberiste di alienazione del patrimonio pubblico, mercificazione dei beni comuni, privatizzazione dei servizi pubblici, sottrazione di democrazia e di diritti. Di fatto, il debito rappresenta lo shock che serve “a far diventare politicamente inevitabile ciò che è socialmente inaccettabile”.


30 lug 2016

Il 1 Agosto tutti a Fegino

 

Il 1 agosto alle ore 17 i cittadini e il nostro circolo di Fegino ci chiamano a sostenere la loro battaglia per la bonifica del quartiere dal petrolio. Una battaglia faticosa, portata avanti in mezzo a troppo silenzio. Invitiamo i nostri associati ad esserci e a promuovere questo appuntamento.


19 lug 2016

A 15 anni dal G8 di Genova, verità e giustizia non sono state fatte

 

 

Il 19, 20 e 21 luglio 2001 si svolse a Genova il G8, sotto la guida italiana. A protezione dei potenti che lì si riunivano, fu creata una ‘zona rossa’, chiudendo vie e quartieri tra grate di ferro e stravolgendo l’assetto urbanistico della città. Centinaia di migliaia di persone, provenienti da tutto il mondo, decisero di organizzare un contro vertice, con manifestazioni e decine di seminari tematici.

Furono giorni entusiasmanti e tragici. Perché da un lato segnarono l’entrata in scena di un vasto movimento altermondialista, che avrebbe segnato di sé gli anni successivi a livello internazionale, dall’altro perché le forze dell’ordine esercitarono contro quel movimento una repressione violentissima e ingiustificata, tanto da far dire ad Amnesty che in quei giorni a Genova ci fu la più grave sospensione della democrazia in un paese occidentale dal dopoguerra.

Il 20 luglio un ragazzo, Carlo Giuliani, fu ucciso da un colpo d’arma da fuoco partito da una camionetta dei carabinieri durante gli scontri provocati dalla carica della polizia contro la manifestazione dei centri sociali.


10 lug 2016

#SaharaLibre, campagna di sensibilizzazione per la solidarietà politica al popolo Sahrawi

 

Abbiamo deciso di avviare la campagna di sensibilizzazione per la solidarietà politica al popolo Sahrawi #SaharaLibre il 20 giugno, proprio nel giorno in cui ci lasciava, 12 anni fa, Tom Benetollo, uno dei protagonisti nella promozione di questa causa in campo nazionale e internazionale. La campagna vuole essere uno strumento per risvegliare la coscienza civile su una delle cause di ingiustizia globale più rilevanti del ‘secolo breve’: l’indipendenza e la libertà del popolo Sahrawi. E’ una causa molto cara  a noi dell’Arci e per la quale, nel corso degli anni, abbiamo promosso iniziative e progetti di diverso tipo, tanto nazionali quanto articolati nel territorio. Seppur nel passato ha avuto molti protagonisti e attivisti, si sta perdendo con lo scorrere del tempo – complice il fatto che ancora non ha avuto gli esiti attesi – e necessita quindi di un vigoroso rilancio.


5 lug 2016

Meeting Internazionale Antirazzista

Dal 13 al 17 luglio a Cecina Mare (LI) nel parco espositivo de La Cecinella, torna il Meeting Internazionale Antirazzista promosso da Arci, con il patrocinio e sostegno di Regione Toscana, Comune di Cecina, Comune di Bibbona e Cesvot. Oltre confine è il titolo di questa XXII edizione in cui ci si confronterà con rappresentanti delle Istituzioni europee, nazionali, regionali e locali sulle politiche da adottare per creare società più aperte e libere, per ridisegnare le nostre città in modo che siano luoghi di accoglienza e inclusione, per ridurre gli spazi di marginalità e ampliare quelli di scambio e dialogo. Un’occasione per conoscere da vicino il grande lavoro che Arci fa sui temi dell’antirazzismo e dell’accoglienza e per capire come migliorarlo. Ci sarà la formazione rivolta agli operatori  dei progetti SPRAR e la Summer School dell’Antirazzismo; ci saranno incontri e seminari sui temi più rilevanti che ruotano attorno all’antirazzismo con ospiti internazionali, parlamentari e politici locali, intellettuali, giornalisti e attivisti.