Featured

26 giu 2017

E’ morto Franco Martello, storico dirigente dell’UISP e dell’Arci

Ieri, Domenica 25 giugno,  ci ha lasciati Franco Martello, uno dei padri fondatori dell’Uisp che mosse i primi passi, nel lontano 1944, nell’organizzazione del fronte della Gioventù, nata nel grande movimento propulsivo della Resistenza culminata nella Liberazione e che si prefisse anche l’obiettivo di dare vita ad una associazione di promozione sportiva popolare: nacque un anno più tardi proprio l’Uisp. Da quegli anni Martello ricoprì tanti incarichi al’interno dell’Uisp, nel Comitato genovese prima e ligure poi, e durante le esperienze dell’Arci-Uisp. Alla sua famiglia l’Arci porge le pià sentite consoglianze.


17 giu 2017

SELEZIONI BANDO SERVIZIO CIVILE

Sono state fissate le date delle selezioni dei progetti di Arci Servizio Civile Genova:

PROGETTO IO ACCOLGO – Sede di Savona Mercoledi 28 Giugno a partire dalle ore 9

PROGETTO IO ACCOLGO– Sede di Genova – Martedi 4 Luglio a partire dalle ore 9

PROGETTO PRIMO SOCCORSO A CONFRONTO: UN ESPERIENZA PER LA VITA – sede di Pietra L. SV Giovedi 6 Luglio dalle ore 9

PROGETTO RETI DI PROSSIMITA ED EDUCAZIONE – Mercoledi 5 Luglio -Sede di Genova a partire dalle ore 9

PROGETTO LA MEMORIA COME  STRUMENTO DI EDUCAZIONE ALLA PACE  –  Sede di Genova –  Venerdi  7 luglio a partire dalle ore 9

Con la Chiusura del Bando (26 GIUGNO ORE 14)  verranno elencati nominativi e orari appuntamenti.


16 giu 2017

Continua la raccolta firme per “Ero straniero. L’umanità che fa bene”

Il comitato promotore della campagna “Ero straniero – L’umanità che fa bene” ha lanciato la raccolta firme  sulla legge di iniziativa popolare per cambiare le politiche sull’immigrazione e superare la legge Bossi-Fini investendo su lavoro e inclusione.

La campagna “Ero straniero – L’umanità che fa bene” è promossa da Radicali Italianicon Emma BoninoFondazione Casa della carità “Angelo Abriani”, ACLI, ARCI, ASGI, Centro Astalli, CNCA, A Buon Diritto, CILD, con il supporto di un’ampia rete che conta già oltre 100 sindaci. Tra questi il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, di Parma Federico Pizzarotti, di Palermo Leoluca Orlando, di Catania Enzo Bianco, di Genova Marco Doria, di Bologna Virginio Merola, di Napoli Luigi De Magistris.


13 giu 2017

Il 20 giugno la Giornata Mondiale del Rifugiato

 

Il 20 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Rifugiato, appuntamento annuale voluto dall’Assemblea generale dell’Onu, il cui obiettivo è sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione di milioni di rifugiati e richiedenti asilo. È lo stesso giorno in cui, nel 1951, l’Assemblea approvò la Convenzione di Ginevra. Negli ultimi anni il diritto d’asilo è sempre più diventato oggetto di campagne diffamatorie e strumentali, che tendono a legittimare la non applicazione di quanto sta scritto nella nostra Costituzione e nella legislazione internazionale. Governi dell’UE (si pensi ai cosiddetti Paesi di Visegrad: Ungheria, Polonia, Repubblica Ceca e Slovacchia) hanno affermato  il loro diritto a bloccare i flussi di richiedenti asilo, negando così un principio cardine della Convenzione di Ginevra, cioè il diritto di ogni persona a chiedere Protezione Internazionale.


27 mag 2017

Nessun richiamo al fascismo nelle liste elettorali

Dichiarazione di Arci e Anpi nazionale

 

Domenica 11 giugno si terranno in molti Comuni le elezioni amministrative. In questa tornata andranno al voto anche quattro capoluoghi di Regione (Catanzaro, Genova, L’Aquila e Palermo) e ventuno capoluoghi di Provincia.  In questi anni abbiamo assistito nei Comuni alla presentazione di liste che si richiamano esplicitamente al fascismo, nonostante questo sia vietato dai regolamenti e dalle leggi vigenti. Caso tipico ed eclatante è la lista Fascismo e libertà che anche in questo appuntamento elettorale ha presentato logo e candidati.

E’ chiaro che tramite le elezioni i movimenti nazifascisti tentano di trovare una legittimazione istituzionale.Ricordiamo che in molte città sono crescenti i casi di aggressioni personali, a sfondo razziale e politico, commesse dai militanti dei suddetti movimenti.


23 mag 2017

Da sessant’anni sempre aperti

di Francesca Chiavacci, presidente nazionale Arci

Venerdì 26 maggio celebreremo il sessantesimo compleanno della nostra associazione. Proprio il 25 e 26 maggio 1957 a Firenze si svolgeva la Convenzione dei sodalizi di base di Bologna, Firenze, Novara, Pisa e Torino. La Convenzione approvava lo statuto dell’Associazione Ricreativa Culturale Italiana.

In occasione del 60esimo compleanno abbiamo avuto un importante riconoscimento istituzionale del nostro ruolo. L’incontro di celebrazione si terrà infatti alla Camera dei Deputati. Saremo ospiti della Presidente Boldrini. È un fatto che ci rende orgogliosi. Una delle più alte istituzioni della Repubblica sancisce il valore della nostra esperienza: l’Arci è stata ed è ancora oggi un soggetto, un pezzo, una parte importante di società del Paese, del mondo delle organizzazioni sociali, dell’associazionismo democratico che nasce dall’autorganizzazione di tante cittadine e cittadini del nostro paese.


6 mag 2017

Estate in campo! Tornano i campi e laboratori antimafia. Anche in Liguria

 

Tornano anche quest’anno i campi e i laboratori antimafia promossi da Arci, Cgil, Spi Cgil, Flai Cgil, Rete degli studenti medi e Unione degli universitari. Sul sito www.campidellalegalita.it è già possibile iscriversi ad uno tra i circa 30 campi e laboratori “Estate in campo!” che saranno organizzati in Lombardia, Veneto, Liguria, Marche, Puglia, Campania, Calabria e Sicilia. I campi, che coinvolgono ogni anno centinaia di giovani e pensionati volontari provenienti da tutta Italia, si legano in modo indissolubile ai terreni confiscati alla criminalità organizzata. Sono una conseguenza naturale della filosofia della confisca: restituire i beni alla comunità, renderli vivi, animarli con iniziative culturali, formative e informative sulla difesa della democrazia, della legalità, della giustizia sociale, del diritto al lavoro.  Una pacifica ‘occupazione’ di questi spazi, dunque, abitati dalla presenza di centinaia di persone che si spendono con impegno e dedizione per costruire comunità alternative alle mafie.


4 mag 2017

Prende il via la campagna 2017 per il 5×1000 all’Arci

 

 

Ha preso il via la campagna fiscale 2017 per i contribuenti italiani, che proprio in questi giorni è entrata nel vivo con tante conferme (come per esempio le detrazioni per le ristrutturazioni) e alcune novità tra cui l’aumento del bonus scuola fino ad un massimo di 564 euro; l’aliquota ridotta al 10% per i premi di risultato; agevolazioni per famiglie con disabili e badanti e diverse forme di semplificazione per la detrazione di spese mediche. Dal punto di vista simbolico forse però la campagna fiscale 2017 sarà ricordata per l’introduzione della figura de «l’unito civilmente a carico» che grazie alla Legge nr° 76 del 20/05/17 (cosiddetta Legge Cirinnà) è stato equiparato allo status del coniuge. Un grande passo in avanti in termini di civiltà e laicità per il nostro Paese da cui derivano anche significativi effetti ai fini fiscali. Per il mondo del terzo settore la stagione fiscale coincide anche con l’attivazione delle campagne del 5XMILLE che per la prima volta nel 2017 elimina l’obbligo di produrre ogni anno documentazione e richieste se l’ente del terzo settore aveva già attivato correttamente la propria iscrizione nel 2016. Saranno quindi solo gli enti intenzionati ad iscriversi per la prima volta nel 2017 o di recente costituzione a dovere istruire un iter documentale ai fini dell’iscrizione all’albo di riferimento.


2 mag 2017

Tutta l’Arci abbraccia la famiglia Halinovich per la terribile morte di Elizabeth, Francesca e Angelica

Crediamo sia necessario fare luce al più presto su quello che è accaduto. Siamo di fronte ad un fatto tremendo, agli antipodi dell’umanità.

Auspichiamo che la magistratura giunga rapidamente a individuare e condannare pesantemente i responsabili.

Per noi una cosa è certa: queste morti sono il risultato dell’esclusione sociale e dello stigma che colpisce le cittadine e i cittadini rom. Come facciamo da sempre chiediamo alla politica di occuparsene attraverso serie azioni di programmazione ed inclusione. In questo momento crediamo sia particolarmente significativo ricordare quanto recita su uno striscione apparso ieri: “sono morti del quartiere, siamo tutti colpevoli”.

Roma, 11 maggio 2017


19 apr 2017

Il decreto Orlando-Minniti è legge dello Stato

di Filippo Miraglia, Vicepresidente nazionale Arci

Il decreto legge Orlando-Minniti è stato approvato in via definitiva dalla Camera con il ricorso al voto di fiducia. Una riforma legislativa in materia d’immigrazione e asilo ancora una volta con il segno meno: meno diritti, meno garanzie per migranti e richiedenti asilo. Un passo indietro pesante per la civiltà giuridica del nostro Paese che cancella in un solo colpo ogni garanzia giurisdizionale per i richiedenti asilo che ottengono un diniego dalle commissioni ministeriali.