Featured

13 Nov 2018

Mediterranea – Le vie di terra a Genova

Siamo artisti, scrittori e cittadini a sostegno di Mediterranea Saving Humans, la rete civica che sulla via delle migrazioni di mare sta garantendo la presenza di una nave di monitoraggio e soccorso, la Mare Jonio.

Venerdì 16 serata di raccolta fondi  al Teatro Gustavo Modena  dalle 19 aperitivo e dalle 21 in sala con: Eva Cambiale, Moni Ovadia, Vauro, Pino Petruzzelli, Giorgio Moroni, Alessandro Metz, Marco Preve


12 Nov 2018

Seminario “Diritti e responsabilità nell’esecuzione penale oggi” venerdì 16 novembre al circolo C.A.P.

Come si concilia la tutela dei diritti individuali quali il lavoro, l’affettività, la salute, la rieducazione, con la limitazione della libertà personale?
A quali soggetti spetta intervenire per garantire tali diritti? E in quale misura? Dove arriva la responsabilità del volontariato?
Qual è l’attuale situazione sul nostro territorio delle persone private della libertà personale e di coloro che la riacquisiscono dopo aver scontato una pena?

A queste e ad altre domande si cercherà di dare risposta, attraverso riflessioni e testimonianze concrete dei soggetti coinvolti nell’esecuzione penale.

8 Nov 2018

Stop del governo al servizio civile per richiedenti asilo e rifugiati

È notizia di questi giorni lo stop del Governo al bando di servizio civile Integr-Azione, coperto totalmente da fondi Fami dell’Unione Europea, partito quest’anno con 192 avvii e che avrebbe visto nell’avviso di deposito progetti pubblicato il 16 ottobre quasi 3mila posti di servizio civile destinati a ragazze e ragazzi rifugiati e richiedenti asilo.

Il bando è stato considerato da più parti come un modello d’eccellenza per favorire processi di integrazione di chi arriva nel nostro Paese con la volontà di integrarsi e rendersi utile. La decisione dell’esecutivo di porne fine ai primi passi desta sconcerto.


6 Nov 2018

No alla vendita dei beni confiscati, niente regali alle mafie e ai corrotti

Ventitré anni fa, oltre un milione di cittadini firmarono la petizione che chiedeva al Parlamento di approvare la legge per l’uso sociale dei beni confiscati alle mafie. Un appello raccolto da tutte le forze politiche, che votarono all’unanimità la legge 109/96. Si coronava, così, il sogno di chi, a cominciare da Pio La Torre, aveva pagato con la propria vita l’impegno per sottrarre ai clan le ricchezze accumulate illegalmente.
Nel 2012 le scriventi organizzazioni sindacali e associazioni, nel segno della continuità di impegno civile e responsabile, si sono rese promotrici del disegno di legge di iniziativa popolare “Io Riattivo il Lavoro”, dalla quale è nato il testo di riforma del Codice Antimafia approvato nel novembre del 2017. Oggi quell’impegno rischia di essere tradito. Insieme con quello profuso quotidianamente dalle forze di polizia e dalla magistratura in materia di sequestri e confische.


30 Ott 2018

NO PILLON-Contro la riforma di separazione e affido

Il Sabato 10 Novembre,ore 15:30, Mobilitazione Generale in Giardini Emanuele Luzzati 16123, Genova, per fermare il ddl sull’affido condiviso.

Il 10 novembre sarà una giornata di mobilitazione nazione in tutta Italia per chiedere l’immediato ritiro del disegno di legge presentato dal Senatore Pillon che, in tema di disciplina di separazione dei coniugi e affido dei minori, vuole apportare modifiche ritenute lesive dei diritti delle donne, delle bambine e dei bambini.
A Genova le operatrici dei Centri Antiviolenza della rete D.i.Re Donne in Rete contro la violenza insieme a tante altre realtà locali hanno indetto un’ASSEMBLEA PUBBLICA di approfondimento che si svolgerà sabato 10 novembre alle ore 15:30 presso lo Spazio Comune Giardini Luzzati.


24 Ott 2018

La memoria come strumento di educazione alla pace: presentazione dei dati del progetto di servizio civile

 

“La Memoria come strumento di educazione alla pace” è stato un progetto di servizio civile nazionale, nel quale hanno operato più ragazzi e ragazze in città differenti, in ciascuna delle quali sono state svolte le medesime attività per giungere ad un risultato complessivo.


18 Ott 2018

Processo Cucchi: il pestaggio c’è stato. La dichiarazione della presidente nazionale Arci Francesca Chiavacci

 

Soddisfazione dell’ARCI per questa svolta che apre finalmente la strada alla verità

Il pestaggio c’è stato. Uno dei carabinieri imputati al processo Cucchi, puntando il dito su due suoi colleghi, lo ha ammesso, mentre Ilaria finalmente ha potuto dire, dopo 9 anni di dure battaglie, che il muro di omertà è crollato. Una svolta che ristabilirà una volta per tutte la verità sui fatti che hanno portato alla morte di Stefano.


17 Ott 2018

Manovra: dal governo neolingua e vecchi trucchi

Ci sono le dichiarazioni che vogliono essere roboanti e talvolta sono solo surreali. Il “Nuovo Contratto Sociale”, scritto proprio così, con le maiuscole, da Luigi Di Maio, che “taglia i privilegi per restituire i diritti”. C’è la prosecuzione della caccia allo straniero con altri mezzi a cura di Matteo Salvini: “Dal mio fronte del ministero dell’Interno ci sono risparmi di spesa corrente, cash, di oltre mezzo miliardo di euro dalla voce immigra…


16 Ott 2018

No al Medioevo dei Diritti. L’adesione dell’Arci alla mobilitazione del 10 novembre

L’Arci non ci sta a che il Paese venga trascinato in un Medioevo dei diritti.

E’ ormai chiaro a tutti come questo Governo abbia in mente un grande disegno volto a modificare profondamente la nostra società rifondandola su un patriarcato reazionario, conservatore e violento. Il Ddl Pillon, il DDl 45 riguardante l’ambito penale con il quale va in coppia, Verona insignita del titolo di “città a favore della vita: sono tratti distintivi di un disegno che spaventa.

Ed è proprio per combattere la paura di un ritorno ad un passato oscuro che l’Arci aderisce alla manifestazione del 10 novembre promossa da DIRE, per protestare contro il DDL Pillon sulla Riforma dell’affido condiviso di cui il senatore leghista, Simone Pillon, noto per le sue posizioni oltranziste contro le unioni civili e l’aborto, è primo firmatario.


4 Ott 2018

Solidarietà al sindaco Mimmo Lucano e alla comunità di Riace

Riace, un piccolissimo paese quasi spopolato della profonda Calabria, è diventato un simbolo nel mondo.

Il modello Riace è semplicemente la straordinaria dimostrazione che si può costruire un efficace sistema di accoglienza diffusa, che l’integrazione rappresenta una importante occasione di sviluppo per il territorio, che costruire una società inclusiva e accogliente è un vantaggio per tutti.


-->