25 Aprile – Un sogno che resiste

Mai come questa volta la verità appare nuda ai nostri occhi, in una situazione nella quale, alla debolezza di molte categorie sociali, si è aggiunta la drammatica fragilità di altre, già prima precarie.
Nonostante tutto continuiamo a credere che ricordare e combattere per realizzare il sogno della Resistenza sia ancora, e sempre di più, una nostra esigenza.
Per ricordare e festeggiare il 25 aprile, vi invitiamo a partecipare ad una riflessione a più voci su questi temi, collegandovi Giovedì 23 Aprile alle ore 21 a:

https://www.youtube.com/channel/UCynPI6zVE64Swe0XDjENcfg

https://www.facebook.com/arcigenova/

“Mi considero un sognatore, ho pagato un prezzo abbastanza alto per i miei sogni, ma sono così belli, così pieni e intensi, che ogni volta tornerei da capo a pagarlo.
Credo che non ci sia sogno più bello di un mondo dove il pilastro fondamentale dell’esistenza è la fratellanza, dove i rapporti umani sono basati sulla solidarietà, un mondo in cui siamo tutti d’accordo sulla necessità della giustizia sociale e ci comportiamo di conseguenza.
I miei sogni sono irrinunciabili, sono ostinati, testardi, resistenti”.
[Luis Sepúlveda]

I commenti sono chiusi.