Bobba: “riforma del servizio civile per l’estate”

«Penso che il via libera alla riforma sul servizio civile nazionale sarà per l’estate, ora in commissione stiamo risolvendo il nodo della delega al terzo settore. Quindi il servizio civile diventerà universale uscendo dalla rigidità dell’anno obbligatorio, diventando flessibile dai 3 ai 12 mesi e rivolto a tutti i giovani che ne vogliano usufruire, introducendo anche altri attori che non siano solo pubblici, come le fondazioni bancarie». Lo ha dichiarato venerdì scorso a Trento il Sottosegretario al Ministero del lavoro e delle politiche sociali con delega al servizio civile, on. Luigi Bobba, intervenendo all’incontro “Il modello trentino del Servizio civile universale”. «La traiettoria tracciata in Trentino – ha aggiunto Bobba – è un’esperienza importante che delinea quello che vogliamo fare a livello nazionale. Dobbiamo investire nel servizio civile in quanto occasione per costruire il percorso di vita, puntando su flessibilità ed esperienza di formazione professionale attraverso la certificazione delle competenze». «L’incontro – ha aggiunto l’Assessora alle politiche giovanili Sara Ferrari – è un momento di confronto e l’occasione per scambiarsi buone pratiche. Siamo soddisfatti del nuovo modello di servizio civile che stiamo sperimentando da un anno. I risultati sono confortanti. Quello che proponiamo ai nostri giovani è un’esperienza lavorativa e formativa insieme. Mantiene però la caratteristica di essere un’occasione di cittadinanza attiva e opportunità per i giovani per conoscere se stessi e avere l occasione di capire quali sono le vere competenze».

febbraio 22, 2016  Esseciblog

I commenti sono chiusi.